rosamusto450x200.png

di Rosa Musto

La festa dell'Europa, che gli studenti festeggiano ogni anno, rappresenta l'occasione per testimoniare nel contesto sociale quanto viene realizzato in tema di educazione alla cittadinanza europea nelle scuole. I risultati su “L'educazione alla cittadinanza a scuola” vengono costantemente monitorati e resi noti dalla Rete di informazione europea sull'istruzione Eurydice. E promuovere la cittadinanza attiva è diventato uno degli obiettivi principali dei sistemi educativi in tutta Europa.

Poi, incoraggiare i cittadini, in particolar modo i giovani, a impegnarsi attivamente nella vita politica e sociale è recentemente diventata una priorità crescente ai livelli nazionale ed europeo. E’ stata particolare in questo senso l’iniziativa organizzata quest’anno dalla Rappresentanza del Parlamento europeo in Italia: il portale Skuola.net ha ospitato una Live Chat dal titolo “Festa dell’Europa. Scuole d’Italia, percorsi d’Europa”. Studenti di tutta la penisola hanno avuto l'occasione per ripercorrere le tappe fondamentali da quel 9 maggio 1950, ma soprattutto per dialogare con i deputati europei e conoscere più da vicino il lavoro nelle istituzioni UE.
Le Raccomandazioni europee sullo sviluppo delle Competenze di Cittadinanza del 2018 e il Libro Bianco sul futuro dell'Europa (2017) e le considerazioni del Rapporto Eurydice INDIRE (2017), sono oggi quei documenti pregnanti di significato che ci invitano con urgenza a riflette sui grandi cambiamenti epocali dei nostri tempi, compresi quelli che riguardano l'istruzione e su cui occorre intervenire per trovare soluzioni sostenibili e sapendo anche attualizzare i contenuti e i percorsi educativi da proporre nelle scuole. In particolare, sul futuro dell'Europa il Libro Bianco intravede nuovi scenari a noi sconosciuti nel presente e ci vuole consapevoli nella costruzione di un futuro rispondente alla realtà. Si legge infatti:

“È probabile che la maggior parte dei bambini che iniziano oggi la scuola elementare eserciteranno un domani professioni attualmente sconosciute. Le sfide poste dal maggior ricorso alla tecnologia e all’automazione incideranno su tutte le professioni e su tutti i settori. Per sfruttare al meglio le nuove opportunità attenuandone nel contempo qualsiasi effetto negativo occorrerà investire massicciamente nelle competenze e ripensare i sistemi di istruzione e di apprendimento permanente.Contemporaneamente dovranno essere introdotti nuovi diritti sociali per accompagnare l’evoluzione del mondo del lavoro”.

Il Libro Bianco sul futuro dell'Europa invita a non dimenticare il passato da cui siamo partiti e chiama a far diventare patrimonio comune della conoscenza delle giovani generazioni l'eredità storico culturale di creazione dell'Europa Unita e in pace, la realtà europea che Shuman ci invitava a difendere nel tempo con le sue parole introduttive alla dichiarazione di settanta anni fa :
“La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano.... L'Europa non potrà farsi in una sola volta, né sarà costruita tutta insieme; essa sorgerà da realizzazioni concrete che creino anzitutto una solidarietà di fatto ”.

La dimensione europea dell'educazione non può essere trascurata, l’Europa è una idea che va riproposta con convinzione e posta con chiarezza argomentativa all’attenzione e considerazione delle giovani generazioni, che devono scoprire la lungimiranza dell’intuizione e la straordinaria attualità dell’elaborazione del Sogno europeo dei padri fondatori come Robert Schuman, al fine di proseguire un percorso storico da delineare nel presente e per il futuro. La Cittadinanza europea va riconosciuta con il suo complesso di regole, di diritti e di doveri, seguendo il monito di un altro grande europeista, Jean Monnet, quando affermava che: “Noi non coalizziamo Stati, ma uniamo uomini”.

08-05-2020
Autore: Rosa Musto
Sociologa dell'educazione
meridianoitalia.tv

Questo sito utilizza cookie tecnici, google analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie. Se rifiuterai, nel tuo pieno diritto secondo la norma GDRP, la tua navigazione continuerà all'esterno del sito, Buon Navigazione Meridianoitalia.tv