Politica

di Alessandro Mauriello 

Sabato 4 giugno 2022 alle ore 10 presso Massa Martana Perugia, nello scenario del bellissimo Chiostro di Santa Maria della Pace si è svolta la presentazione del libro su Pierre Carniti dal titolo “Tentare l’impossibile per fare il possibile” a firma della sorella del Sindacalista di Castelleone Flo Carniti, prefatto da Marco Bentivogli e  uscito nelle edizioni Castel Vecchi.

Un omaggio molto partecipato, che il Comune di Massa Martana, la cittadinanza e la comunità hanno voluto dare insieme alla Fondazione Bruno Buozzi  e all’Associazione “Amici di Pierre” per commemorare i 4 anni dalla sua scomparsa, avvenuta a Roma il 5 giugno 2018.

11-06-2022
Autore: Alessandro Mauriello 
Associazione Koine’

di Valerio Giorgi

La storia insegna che gli eventi fondativi degli Stati sono quasi sempre cruenti.

La Repubblica Italiana nata dal referendum istituzionale del 2 giugno 1946 è indubbiamente figlia della Seconda Guerra Mondiale, delle tragedie da essa scaturite ed è nata grazie al sacrificio di innumerevoli vite.

Eppure, la storia della festa della Repubblica presenta anche una peculiarità tutta sua.

Il referendum istituzionale venne infatti indetto con il decreto legge luogotenenziale n. 151/1944, quando cioè la guerra era ancora in pieno svolgimento: ancorché il fascismo fosse caduto da un anno (il 25 luglio 1943) e le sorti del conflitto apparissero oramai delineate, la conclusione delle ostilità era ancora di là da venire (e sarebbe in effetti giunta soltanto il 25 aprile 1945). Vi era dunque grande incertezza sui rischi che una decisione presa con tanto anticipo e con così ampio differimento potesse recare con sé.

01-06-2021
Autore: Valerio Giorgi
Avvocato del foro di Roma

di Lucia Di Giambattista

A fine aprile, il Governo italiano ha inviato alla Commissione europea il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR); un piano caratterizzato da sei missioni, ognuna declinata in differenti componenti nelle quali sono state raggruppate molteplici progettualità o di riforma o di investimento.

La “Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura” è la prima missione con un costo complessivo di circa 40 miliardi di euro e prevede al suo interno tre componenti dove la prima ha proprio come obiettivo, quello di occuparsi della trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione.

Nel corso degli ultimi cinque anni, significative iniziative sono state già avviate nella PA, grazie al lavoro svolto dall’Agenzia per l’Italia Digitale, dal Dipartimento per la Trasformazione Digitale e dai Responsabili della Transizione al Digitale (RTD) di Amministrazioni centrali e locali.

24-05-2021
Autore: Lucia Di Giambattista
PhD, Fisico esperto in ICT ed innovazione

di Salvatore Cuomo

Al Senato, il Professor Draghi ha tenuto il suo primo discorso da Presidente del Consiglio incaricato con il quale ha illustrato le linee guida che il Governo da lui presieduto intende adottare per far fronte alla contingente situazione pandemica ed alla necessità di avviare un serio programma di sviluppo con una visione di lungo periodo che tenga conto della sostenibilità e non lasci in eredità ai nostri giovani l’insostenibile fardello del debito pubblico.
Indubbia la centralità dell’emergenza pandemica con la conseguente necessità di una forte accelerazione del piano Vaccinale e lo stile della sobrietà comunicativa.
È stata altresì manifestata la decisa volontà di avviare le riforme di cui il paese ha impellente bisogno, da quella del sistema Sanitario a quella Fiscale e a quella della PA non tralasciando altri importanti temi prioritari per sostenere la ripartenza dell’Italia quali Ambiente, Parità di genere, il Mezzogiorno, Giustizia e non meno importante la Scuola.

Senza entrare nel dettaglio dei provvedimenti illustrati per il quale rinvio alla lettura del testo del discorso qui allegato, mi sia consentito sottolineare una parte del discorso del Presidente Draghi che ritengo illuminante:
“Si è detto e scritto che questo governo è stato reso necessario dal fallimento della politica. Mi sia consentito di non essere d’accordo. Nessuno fa un passo indietro rispetto alla propria identità ma semmai, in un nuovo e del tutto inconsueto perimetro di collaborazione, ne fa uno avanti nel rispondere alle necessità del Paese, nell’avvicinarsi ai problemi quotidiani delle famiglie e delle imprese che ben sanno quando è il momento di lavorare insieme, senza pregiudizi e rivalità”.
Un governo nel segno dell’unità ed un costante impegno collettivo per cogliere l’obiettivo finale del bene comune. 

18-02-2021
Autore: Salvatore Cuomo
Esperto fiscalista con Studio a Roma, membro dell’Istituto Nazionale Tributaristi e socio fondatore dell’associazione NetProf - rete tra Professionisti

Sottocategorie

Questo sito utilizza cookie tecnici, google analytics e di terze parti. Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie. Se rifiuterai, nel tuo pieno diritto secondo la norma GDRP, la tua navigazione continuerà all'esterno del sito, Buon Navigazione Meridianoitalia.tv